Le origini del Gruppo Mondialpol risalgono al 1927, quando il carabiniere in congedo Francesco Congiu (nato a Tortolì, Nuoro, il 4 Settembre 1902) fonda, nella provincia di Varese, l’Istituto di Vigilanza La Vedetta Lombarda.

A partire dal settembre 1945 Francesco Congiu riprende la sua attività, interrotta durante il regime fascista a causa del richiamo nell’Arma dei Carabinieri e alla successiva partecipazione al movimento partigiano nella Brigata Partigiana “Di Dio”. Incomincia, quindi, un processo di riorganizzazione della Società, ormai definita dalla legge «Istituto di Vigilanza», ed inizia l’espansione nelle provincie limitrofe di Como e Milano.

Francesco Congiu nel frattempo viene eletto Presidente dell’Associazione Carabinieri in Congedo della sezione di Saronno e viene nominato Cavaliere della Repubblica.

Il Cav. Uff. Francesco Congiu viene coadiuvato dai due figli a partire dal 1945 e dalla fine del 1950 da Efisio Mura (nato a Samassi, Cagliari, l’ 8 Maggio 1920), che in seguito diverrà il marito della figlia Ines. Efisio Mura, che si dedicherà in particolare al controllo dei servizi e delle Guardie Particolari Giurate dipendenti, sarà molto apprezzato dal suocero per il fattivo contributo che darà all’azienda che nel mentre ha raggiunto un organico di oltre 150 dipendenti Guardie Particolari Giurate.

Nel 1975 il Cav. Uff. Francesco Congiu ancora in piena attività, muore e dopo tre anni i due figli si dividono le attività: La Vedetta Lombarda rimane al figlio, mentre la figlia con il marito Efisio Mura costituiscono la Vigilanza Vedetta 2 mediante l’assorbimento di un ramo d’azienda.

I due figli dei coniugi Mura, Fabio e Marco, dopo aver conseguito la licenza di maturità, ottengono la nomina a Guardia Particolare Giurata entrando a pieno titolo in azienda.

Fabio, oltre ad acquisire esperienza nel settore operativo si dedicherà all’approfondimento e alla conoscenza del settore amministrativo, mentre il fratello Marco, al fine di prestare il servizio militare, inoltra la domanda alla scuola ufficiali di complemento. Viene ammesso al 113° corso AUC con destinazione Scuola Truppe Corazzate di Caserta dove, raggiunto il quarto mese di corso, viene destinato alla scuola Ufficiali Carabinieri di Roma, proseguendo così la tradizione tramandata dal capostipite nonno materno. Marco lascerà l’Arma a causa di una grave malattia del padre Efisio, con il grado di Tenente.

L’azienda che nel frattempo si è estesa anche nelle provincie di Novara, Belluno, Perugia, Bergamo e Milano, continua il suo percorso di crescita: sotto la guida della madre, i due fratelli sviluppano l’attività nei settori più delicati. Il Gruppo, infatti, oltre al normale servizio ispettivo di ronda e di vigilanza con presidio fisso, imprime forte impulso al settore tecnologico con utilizzo di centrali operative sempre di ultima generazione, per la gestione di impianti di allarme e videosorveglianza e controlli satellitari. Tutta la parte tecnologica ha un concreto supporto sul territorio di pattuglie di pronto intervento, dotate di automezzi idonei e attrezzature adeguate.

Fabio Mura, dopo gli esordi nell’ambito della gestione degli Istituti di Vigilanza nel 1978, nel 1986 entra a far parte del CdA della Mondialpol Milano e intravede nel trasporto valori una interessante opportunità di crescita. Dall’allora presidente del CdA Aureliano Calleri, Fabio avrà modo di apprendere le tecniche di negoziazione con la grande utenza. Oggi il Gruppo è leader sull’intero territorio nazionale.

Mondialpol opera nel settore della vigilanza, del trasporto e custodia valori, nei sistemi di sicurezza con relativa progettazione di sistemi di sicurezza, nella sicurezza privata e nella sicurezza aziendale, nella videosorveglianza e nelle investigazioni professionali.