Storia:

Adam è una società di Engineering specializzata in soluzioni informatiche legate alla sicurezza e al trattamento valori. È una società che sviluppa soluzioni hardware e software nel settore della sicurezza e, più in generale, dell’innovazione. Nata dall’incontro di professionisti attivi nel campo da oltre 20 anni ha come segmento di riferimento il mondo bancario, parabancario e degli istituti di vigilanza con soluzioni dedicate.

Si occupa principalmente di:

  • Realizzazione e sviluppo di sistemi informatici complessi HW e SW;
  • Esperienza nella gestione di dati e servizi con sistemi di gestione file, backup, clustering, high availability;
  • Un team di ingegneri informatici con pluriennale esperienza;
  • Elaborazione immagini per la modellazione di eventi anomali;
  • Sistemi evoluti di videosorveglianza digitale;
  • Sistemi antiterrorismo, antifurto, antivandalismo, controllo passaggi ed accessi;
  • Piattaforme Software dedicate alla gestione della vigilanza e del trasporto valori per gli Istituti di Credito e la G.D.O.;
  • Analisi e consulenza sistemistica e sistemi firewall e IDS;
  • Sviluppo software applicativi personalizzati;
  • Sistema integrato di sistemi hardware-software per security.

La Società si avvale inoltre di un particolare sistema chiamato “OPEN FACE”, il quale, grazie all’elaborazione in realtime delle immagini è in grado di impedire a persone con il volto coperto di entrare in filiale.

In particolare non concedere l’ingresso alle persone che:

  • Indossano cappelli che coprono il volto;
  • Indossano sciarpe e/o foulard coprenti;
  • Indossano maschere, calze e quant’altro possa impedirne la futura riconoscibilità;
  • Non hanno il viso rivolto verso la telecamera.

Questo sistema comporta dei notevoli vantaggi, soprattutto per il sistema bancario:

  • Deterrenza: rendere di pubblico dominio che per accedere alla filiale sia necessario mostrare il volto;
  • Privacy: la cattura del volto con “Open Face” non viola la privacy. L’immagine catturata sarà puntualmente distrutta in base alle normative vigenti alla stessa stregua di un sistema TVCC;
  • Basso impatto: un controllo accessi così strutturato è percepito dagli utenti come sistema non invasivo della propria sfera personale (rispetto a controlli basati sulle impronte o sulla voce);
  • Riconoscimento a posteriori: i volti immagazzinati possono essere di supporto alle forze dell’ordine per il riconoscimento degli esecutori di fatti criminosi;
  • Accesso facile: rispetto al classico accesso con Metal-detector, i clienti non hanno l’obbligo di “spogliarsi” di tutti gli oggetti metallici ottenendo quindi un accesso più rapido e con meno disagi.